Biografia di un premio: "una vita nel cinema"
Biography of a prize: "a life in the cinema"

Nel 1994 lo scultore veneziano Giorgio Bortoli, pensando all'imminente ricorrenza del centenario della nascita della Biennale di Venezia, decide di realizzare una scultura per creare un nuovo riconoscimento. Ecco la nascita di un nuovo Leone Marciano, fedele all'originale nella forma e nelle proporzioni, ma sezionato in quattro parti, uno studio sulla stratificazione dei sogni e dei pensieri che porterà Bortoli a realizzare le sue opere per "sezioni" e strati. Sarà proprio Gillo Pontecorvo ad apprezzarlo pubblicamente quando verrà premiato. Negli anni a seguire istituzioni veneziane patrocinarono e consegnarono ai maggiori rappresentanti e a personaggi di chiara fama presenti durante la Kermesse cinematografica veneziana, con entusiasmo, le opere dello scultore veneziano.

Le opere vennero ideate e realizzate (ogni anno cambiando scultura), volendo sottolineare il valore sociale e culturale che questa istituzione veneziana è riuscita a comunicare a livello internazionale in oltre cent'anni di vita.

La Mostra dell'Arte cinematografica di Venezia è diventata la vetrina culturale da dove poter vedere il mondo e non lo specchio dove I'arte vede solo se stessa. Ecco perché I'artista Bortoli, durante la kermesse veneziana realizza sculture per chi rende la Mostra del Cinema di Venezia unica al mondo, siano essi personaggi di chiara fama, che direttori e funzionari della Biennale di forte sensibilità e professionalità.

In 1994 the sculptor Venetian George Bortoli, thinking about the imminent recurrence of the centennial of the birth of the Biennal exhibition in Venice, it decides to realize a sculpture to create a new recognition. Here is the birth of a new Leo Marciano, faithful to the original one in the form and in the proportions, but sectioned in four parts, a study on the stratification of the dreams and the thoughts that will bring Bortoli to realize his works for "sections" and layers. It will be really Gillo Pontecorvo to publicly appreciate him when he will be rewarded. In the years to follow Venetian institutions they patronized and they delivered to the most greater representatives and present characters of clear fame during the Venetian cinema Kermesse, with enthusiasm, the works of the Venetian sculptor.
The works were conceived and realize (every year changing sculpture), wanting to underline the social and cultural value that this Venetian institution has succeeded in communicating to international level in over one hundred years of life.

The Show of the cinema art in Venice has become the cultural showcase from whether to be able to see the world and not the mirror where I'arte sees only herself. That's why I'artista Bortoli, during the Venetian kermesse by now from 12 years it realizes sculptures for the one who makes the Show of the Cinema in unique Venice to the world, is them characters of clear fame, that managers and officials of the Biennal exhibition of strong sensibility and professionalism.

Il Maestro Bortoli consegna il premio da lui realizzato all'attrice Mariagrazia Cucinotta
The Teacher Bortoli delivers the prize from him realized to the actress Mariagrazia Cucinotta

Il Maestro Bortoli consegna l'Angelo da lui realizzato all'attrice Deborah Caprioglio
The Teacher Bortoli delivers the angel from him realized to the actress Deborah Caprioglio

Il Maestro Bortoli consegna il premio all''attrice Ornella Muti
The Teacher Bortoli delivers the prize all '' actress Ornella Muti

Il Maestro Bortoli consegna la corona da lui realizzata all'attrice Valeria Golino
The Teacher Bortoli delivers the crown from him realized to the actress Valeria Golino



IL GAZZETTINO di VENEZIA
Mercoledì 14 settembre 1994

TRA CALLI E CAMPIELLI - Rondi premiato daglil albergatori Lidensi
L'associazione albergatori del Lido ha voluito offrire, a mezzo del presidente Gino Serafini (a sinistra, nell'immagine di Fotoattualità), un'artistica scultura in bronzo al presidente della Biennale, Gianluigi Rondi (al centro).
L'opera, dello scultore Giorgio Bortoli (a destra), rappresenta la Venezia monumentale sormontata da una pellicola, intendendo così significare lo stretto legame tra la categoria degli albergatori e la stessa Biennale, che la Mostra del Cinema ha un rapporto di stretta collaborazione fin dai tempi della fondazione.


IL GAZZETTINO di VENEZIA
Wednesday September 14 th 1994

TRA CALLI E CAMPIELLI - winning Rondi daglil hotel keeper Lidensi
The association hotel keeper of the Beach it has voluito offer, to mean of the president Gino Serafini (to the left, in the image of Fotoattualità), an artistic sculpture in bronze to the president of the Biennal exhibition, Gianluigi Rondi (to the center).

The work, of the sculptor Giorgio Bortoli (to the right), it represents the monumental Venice surmounted by a film, intending so to mean the narrow bond among the category of the hotel keeper and the same Biennal exhibition, that the Show of the Cinema has a relationship of hold collaboration since the times of the foundation.

Palazzo del Cinema - Lido di Venezia 1994 - 51a Mostra Int. del Cinema.
Il Presidente degli Albergatori del Lido Cav. Gino Serafini, premia il Presidente della iennale Gianluigi Rondi con l'autore della scultura M. Giorgio Bortoli (a sin.).
Building of the Cinema - Beach in Venice 1994 - 51a Show Int. of the Cinema.
The President of the Hotel keeper of the Beach Cav. Gino Serafini, rewards the President of the Biennal exhibition Gianluigi Rondi with the author of the sculpture M. George Bortoli (to the left).

Venezia 22 agosto 1995
Offerta di collaborazione del Direttore della Mostra del Cinema Gillo Pontecorvo allo scultore Giorgio Bortoli.
Venice August 22 nd 1995
Offer of collaboration of the Manager of the Show of the Cinema Gillo Pontecorvo to the sculptor Giorgio Bortoli.

10 settembre 1996
Il Maestro Gillo Pontecorvo, Direttore della 53a Mostra del Cinema di Venezia. (Fotoattualità)

September 10 th 1996
The Teacher Gillo Pontecorvo, Manager of the 53a Show of the Cinema in Venice. (Fotoattualità)

Lido di Venezia, sett. 1997
Bortoli Giorgio premia con il Presidente della ConfEsercenti Dr. Massimo Franceschi, il Direttore della 54a Mostra Int. del Cinema Felice Laudadio.
Beach in Venice, sett. 1997
Bortoli Giorgio rewards with the President of the ConfEsercenti Dr. Massimo Franceschi, the Manager of the 54a Show Int. of the Cinema Felice Laudadio.

1998 - 55 mostra cinema VE - Gianfranco Pontel segretario generale biennale - Roberto Chia funzionario Biennale di VE
1998 - 55 show cinema You - Gianfranco Pontel biennial general secretary - Roberto Chia Biennial official of You

 

Lido di Venezia, sett.1999
Alberto Barbera, Direttore della 56a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, viene premiato assieme all'attrice e madrina di questa edizione, Anna Galiena, dallo scultore Giorgio Bortoli.

Beach in Venice, sett.1999
Alberto Barbera, Manager of the 56a International Show of the Cinema in Venice, is rewarded together with the actress and godmother of this edition, Ann Galiena, from the sculptor Giorgio Bortoli.

Lido di Venezia, sett. 2000
Il Presidente della Biennale Palo Baratta viene premiato al Palazzo del Cinema, alla 57a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, dallo scultore Giorgio Bortoli.
Beach in Venice, sett. 2000
The President of the Biennial Pole Swaps you/he/she is rewarded to the Building of the Cinema, to the 57a International Show of the Cinema in Venice, from the sculptor Giorgio Bortoli.

Lido di Venezia, 2000
Arch. Angelo Bacci (Biennale); Il regista Gillo Pontecorvo; L'attrice Chiara Caselli (Madrina 57a Mostra del Cinema); Giorgio Bortoli autore delle sculture; il regista Citto Maselli.
Beach in Venice, 2000
Arch. Angel Bacci (Biennial); The director Gillo Pontecorvo; The actress Chiara Caselli (Godmother 57a Show of the Cinema); George Bortoli author of the sculptures; the director Citto Maselli.

Venezia. 30 agosto 2001
Offerta di collaborazione, del Direttore Massimo Coda, a Giorgio Bortoli per la 58a Mostra del Cinema.
Venice. August 30 th 2001
Offer of collaboration, of the Manager Massimo Coda, to George Bortoli for the 58a Show of the Cinema.


IL GAZZETTINO - CULTURA & SPETTACOLI
Domenica 15 settembre 2002

ARTE E DINTORNI - Molti premi realizzati per la Mostra del Cinema - Le originali creazioni di Giorgio Bortoli

VENEZIA - (L.M.) Un premio, nato nel '94 per volontà dello scultore Giorgio Bortoli, che ogni anno, in occasione della Mostra del cinema, viene assegnato a personaggi di chiara fama, così da sottolineare l'alto ruolo istituzionale, culturale e sociale della Biennale di Venezia. La kermesse cinematografica diventa così non solo specchio di sé stessa, ma un osservatorio unico dal quale studiare il mondo.
E proprio per sottolineare questa unicità, Bortoli ha voluto creare un nuovo Leone Marciano, fedele all'originale ma davvero molto speciale perché sezionato in quattro parti e realizzato, dopo uno studio ad hoc, a strati. Una ricerca non solo dal punto di vista tecnico, ma animata anche da un contenuto filosofico sulla stratificazione dei pensieri e dei sogni.
Ogni anno l'iniziativa assume sempre maggior prestigio: la novità ora è che i tre premi assegnati quest'anno nel corso della 59a Mostra del Cinema, hanno l'egidia e sono targati dal Gazzettino. La Municipalità dell'isola e la delegazione Ava (Associazione veneziana albergatori) del Lido, con il supporto della Ditta "Zeta3" di Zecchinato hanno voluto premiare l'impegno critico di Gianni Ippoliti, come inventore di "Ridateci i soldi", con un'opera di Giorgio Bortoli, ricavata da una vecchia bobina cinematografica che raffigura il leone che si mangia l'Oscar. Quasi una risposta alla recente polemica di Vittorio Sgarbi che ha sminuito l'importanza del Leone d'oro. Al centro, in perfetta sintonia con il premio, trova spazio la prima pagina dorata del Gazzettino.
Il direttore del festival De Hadeln ha incoronato, con una splendida coroncina in bronzo dorato, su profili veneziani assemblati con la prima pagina in argento del Gazzettino, la reginetta più bella del festival Lolita Sirola. Infine verrà consegnato al presidente della Biennale Franco Bernabe, nel corso di una serata che vuole organizzare la Municipalità, un leone a strati montato su un reperto del Campanile di san Marco. Anche questo premio è targato dal nostro giornale.

IL GAZZETTINO - CULTURE & SHOWS
Domenica September 15 th 2002

Art is Outskirtses - Many prizes realized for the Show of the Cinema - Her original creations of George Bortoli

VENICE - (L.M.) A prize, been born in the '94 for wish of the sculptor Giorgio Bortoli, that every year, on the occasion of the Show of the cinema, characters of clear fame he is assigned to, so that to underline the tall institutional, cultural and social role of the Biennal exhibition in Venice. The cinema kermesse becomes so not only mirror of itself same but an unique observatory from which to study the world.
It is really to underline this oneness, Bortoli has wanted to create a new Leo Marciano, faithful to the original one but indeed very special because sectioned in four parts and realized, after a study to hoc, to layers. A search not only from the point of view technical, but animate also from a philosophical content on the stratification of the thoughts and the dreams.


Every year the initiative always assumes greater prestige: now the novelty is that the three assigned prizes this year during the 59a Show of the Cinema, they have the egidia and they are registered by the Gazzettino. The Municipality of the island and the delegation Ancestress (Association Venetian hotel keeper) of the Beach, with the support of the Firm "Zeta3" of Zecchinato has wanted to reward the critical appointment of Gianni Ippoliti as inventor of "Given back to us the money", with a work of George Bortoli, drawn by an old cinema spool that represents the lion that he/she eats the Oscar. Almost an answer to the recent polemic of Vittorio Sgarbi that he has diminished the importance of the gold Leo. To the center, in perfect tuning with the prize, it finds space the first page gilded of the Gazzettino.
The manager of the festival De Hadeln has crowned, with a splendid coroncina in gilded bronze, on Venetian profiles assembled with the first page in silver of the Gazzettino, the most beautiful queen of the festival Lolita Sirola. You/he/she will finally be delivered Franco Bernabe to the president of the Biennal exhibition, during an evening that wants to organize the Municipality, a lion to layers climbed on on a find of the Bell tower of san Mark. Also this prize is registered b
y our newspaper.


2003 - 60 mostra del cinema - Hanamakahmalbaf regista iraniana - moritz de halden direttore della mostra del cinema
2003 - 60 show of the cinema - Hanamakahmalbaf Iranian director - Moritz de Halden manager of the show of the cinema



Teatro Malibran - Bronzetto eseguito per Woody Allen - dicembre 2004
Malibran Theatre - Bronzetto given to Woody Allen - December 2004

 

Mi piace molto questo bronzetto stilizzato che mi è stato dedicato dai veneziani, mi piace questo materiale, trovo originale ed interessante il basamento fatto con un mattone reperto del vecchio campanile di San Marco.
Ho visto poco dello scultore Giorgio Bortoli vero veneziano, ma quel poco mi basta, la grande scultura che trovo ad accogliermi ogni volta che arrivo all'aeroporto di Venezia, mi fa sentire a casa.Trovo estremamente interessante la simbiosi tra l'acciaio e il vetro, la verticalità di Venezia con i suoi palazzi e campanili e la mia città New York, con i suoi building, magia di "ombre e nebbia" nell'acqua.
Colgo in questa grandiosa opera, tanto, tanto simbolismo, stupende le due statue della Libertà illuminate dall'interno. Sarebbe ideale e mi auguro che, una seconda copia possa trovare collocazione, all'aeroporto di New York o magari nel posto che io amo di più il Central Park.

Woody Allen
Teatro Malibran Venezia - dicembre 2004

I really like this bronze stylized that I was dedicated by the Venetians, I like this material, I find original and interesting stand made with a brick relic of the old bell tower of San Marco.
I saw little of the true Venetian sculptor Giorgio Bortoli, but that little is enough for me, I find the large sculpture to greet me every time I arrive at the airport of Venice, makes me feel at casa.Trovo extremely interesting symbiosis between the steel and the glass, the verticality of Venice with its buildings and bell towers and my city New York, with its building, the magic of "shadows and Fog" in the water.
I take in this great work, lots and lots of symbolism, the two beautiful statues of Liberty lit from within. It would be ideal and I hope that a second copy can find a place, at the airport in New York or maybe the place I love most about the Central Park.

Woody Allen
Malibran Theatre - Venice - December 2004


63a Mostra del Cinema di Venezia - 2006 / 63a Show of the Cinema in Venice - 2006



L'attore Michele Placido (al centro con il premio) premiato dall'Assessore al Turismo Augusto Salvadori con la scultura del maestro Bortoli (a destra sulla foto)
The actor Michele Placido (to the center with the prize) rewarded by the alderman to the August Tourism Salvadori with teacher Bortoli's sculpture (to the right on the photo)


L'attore Michele Placido (al centro con il premio) premiato dall'Assessore al Turismo Augusto Salvadori con la scultura del maestro Bortoli (a destra sulla foto)
The actor Michele Placido (to the center with the prize) rewarded by the alderman to the August Tourism Salvadori with teacher Bortoli's sculpture (to the right on the photo)


L'attrice Stefania Rocca (a sinistra con il la scultura del maestro Bortoli), al centro l'Assessore al Turismo Augusto Salvadori e a destra il maestro Giorgio Bortoli
The actress Stefania Rocca (to the left with the teacher Bortoli's sculpture), to the center the alderman to the August Tourism Salvadori and to the right the teacher Giorgio Bortoli


L'attrice Stefania Rocca (a sinistra con il la scultura del maestro Bortoli), al centro l'Assessore al Turismo Augusto Salvadori e a destra il maestro Giorgio Bortoli
The actress Stefania Rocca (to the left with the teacher Bortoli's sculpture), to the center the alderman to the August Tourism Salvadori and to the right the teacher Giorgio Bortoli


L'attrice Stefania Rocca con il maestro Bortoli e la sua scultura
The actress Stefania Rocca with the teacher Bortoli and his sculpture



L'attrice Stefania Rocca con il maestro Bortoli e la sua scultura
The actress Stefania Rocca with the teacher Bortoli and his sculpture


64a Mostra del Cinema di Venezia - 2007
Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 2007 - Biennale Cinema di Venezia
Prize: "A Life For The Cinema" 2007 - Biennial Cinema in Venice

L'artista Giorgio Bortoli premia il regista Tsai Ming-Liang di Taiwan con il Leone (G. Pontecorvo) da lui realizzato
The artist Giorgio Bortoli rewards the director Tsai Ming-Liang of Taiwan with the Leo (G. Pontecorvo) from him realized

premio per Ennio Morricone: una vita per il cinema
Prize for Ennio Morricone: a life for the cinema

premio per Ennio Morricone: una vita per il cinema
Prize for Ennio Morricone: a life for the cinema


premio per Ennio Morricone: una vita per il cinema, Il maestro Bortoli con Ennio Morricone
Prize for Ennio Morricone: a life for the cinema
the teacher Bortoli with Ennio Morricone


64a Mostra del Cinema di Venezia - 2007 - 14a edizione del premio "AVAL"
Show of the Cinema 2007 - 14a edition of the prize"AVAL"

L'attrice Susanna Smit incoronata dal maestro Giorgio Bortolibort con scultura da lui realizzata
The actress Susanna Smit crowned by the teacher Giorgio Bortolibort with sculpture from him realized
Il Cardinale Patriarca Angelo Scola insieme al maestro Giorgio Bortoli
The Cardinal Patriarch Angel Scola together with the teacher Giorgio Bortoli

foto di gruppo; in alto a sinistra l'onorevole Luana Zanella e al centro il presidente della biennale Croff; in basso i premiati con le sculture del maestro Bortoli, da sinistra l'attrice Antonella Salvucci (attrice emergente), Gianfranco Tagliapietra (fotografo cinema), Susanna Smith (attrice), Luigi Cucciniello (Direttore organizzativo Mostra del Cinema)
Photo of group; aloft to the left the Honorable Luana Zanella and to the center the president of the biennial Croff; in low the prize winners with teacher Bortoli's sculptures, from left the actress Antonella Salvucci (emergent actress), Gianfranco Tagliapietra (photographer cinema), Susan Smith (actress), Luigi Cucciniello (Manager organizational Show of the Cinema)


65a Mostra del Cinema di Venezia
Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 2008 - Biennale Cinema di Venezia
65th Venice Film Festival - Award: "A LIFE IN CINEMA" 2008 - Biennale Cinema of Venice


premiazione di Giovanna Grassi (a sinistra con gli occhiali), giornalista del Corriere della Sera.
65 international show of the cinema 2008 - Giovanna's Grassi awarding (to the left with the glasses), journalist of the Corriere della Sera.


premiazione (al centro vicino all'attrice Stefania Ragonesi) di Franco Mariotti, capo del cerimoniale biennale di Venezia.

65 international show of the cinema 2008 - awarding (to the center next to the actress Stefania Ragonesi) of Franco Mariotti, head of the biennial ceremonial in Venice.


l'attrice Stefania Ragonesi insieme allo scultore
Giorgio Bortoli, durante la premiazione.
65 international show of the cinema 2008 - the actress Stefania Ragonesi together with the sculptor Giorgio Bortoli, during the awarding.

l'attrice Stefania Ragonesi premiata con la corona realizzata dallo scultore Giorgio Bortoli, in foto mentre assiste l'attrice.
65 international show of the cinema 2008 - the actress Stefania Ragonesi rewarded with the crown realized by the sculptor Giorgio Bortoli, in photo while it is assisting the actress.

Premio realizzato con pellicola
cinematografica montata su zampa
di leone e ala.
Prize realized with cinema film climbed
on on leg of lion and wing.

Premio realizzato con leone alato
e pellicola cinematografica,
su mattone del vecchio
campanile di San Marco.
Prize realized with winged lion and cinema film,
on brick of the old one
bell tower of St. Mark.


corona realizzata a forma di pellicola
cinematografica con leone alato.
I reward a life for the cinemam 2008, crown realized
to form of cinema film with winged lion.


66a Mostra del Cinema di Venezia
Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 2009 - Biennale Cinema di Venezia
66th Venice Film Festival - Award: "A LIFE IN CINEMA" 2009 - Biennale Cinema of Venice

Il Gazzettino
Venerdì 11 settembre 2009

ALLA MOSTRTA
Premio "Una vita nel cinema", ma senza gli albergati

(L.M.) Da sedici anni ha ormai comquistato un suo spazio fisso all'interno della Mostra del Cinema di Venezia. E' stato assegnato ieri mattina, sulla terrazza dell'Hotel Excelsior al Lido, il Premio "Una vita nel cinema", ideato e lamciato, nel 1994, dallo scultore lidense Giorgio Bortoli. L'appuntamento, promosso da "Zetatre Eventi" di Silvestro Zecchinato, quest'anno, per la prima volta, non ha avuto il sostegno degli albergatori lidensi, ma è stato supportato da un gruppo di imprenditori locali come i ristoratori Claudio Barbiero e Luciano Corazzin, il presidente di Venice Convention e Ascom Venezia, Roberto Magliocco, il titolare del "Pachuka", Roberto Ceolin e, appunto, Silvestro Zecchinato.
Sono stati assegnati tre riconoscimenti: alla modella russa, "prestata" al cinema italiano, Elena Bouryka, all'attore Luca Lionello, figlio di Oreste e al giornalista Enrico Tantucci. Tutti i premi sono opere dello scultore Bortoli che, ogni anno, apporta, alle sue creazioni, delle piccole variazioni e degli elementi di novità. L'attrice Bouryke è stata omaggiata "reginetta" con la corona della Mostra a Lionello è andata la zampa vigorosa del Leone di San Marco. A far gli onori di casa è stato ieri il gran cerimoniere di Cinecittà holding, Francesco Mariotti.

 

 

 

Il Gazzettino
Friday 11 September 2009

AT THE SHOW
Award "A life in the cinema", but without the hotels

(L.M.) For sixteen years he has now acquired his own fixed space within the Venice Film Festival. Yesterday morning, on the terrace of the Hotel Excelsior at the Lido, the "Una vita nel cinema" award was presented, conceived and shot by the lidense sculptor Giorgio Bortoli in 1994. The event, promoted by "Zetatre Eventi" by Silvestro Zecchinato, this year, for the first time, did not have the support of hotel owners, but was supported by a group of local entrepreneurs such as restaurateurs Claudio Barbiero and Luciano Corazzin , the president of Venice Convention and Ascom Venice, Roberto Magliocco, the owner of "Pachuka", Roberto Ceolin and, precisely, Silvestro Zecchinato.
Three awards were given: to the Russian model, "lent" to Italian cinema, Elena Bouryka, to the actor Luca Lionello, son of Oreste and to the journalist Enrico Tantucci. All the prizes are works by the sculptor Bortoli who, every year, brings small changes and new elements to his creations. The actress Bouryke was honored "queen" with the crown of the exhibition in Lionello went the vigorous paw of the Lion of St. Mark. Yesterday the grand master of ceremonies of Cinecittà holding, Francesco Mariotti, did the honors.

 

La Nuova Venezia
Venerdì 11 settembre 2009

Lido, assegnati i tre premi di "Una vita nel cinema"
È stato assegnato ieri sulla terrazza dell'Excesior all'attore Luca Lionello, all'attrice Elena Bouryka e al giornalista de La Nuova Venezia Enrico Tantucci, la 16a edizione del premio Una vita nel cinema che gli imprenditori lidensi assegnano ogni anno a personalità legate al mondo dei cinema, rappresentato da un'opera dello scultore veneziano Giorgio Bortoli.
Luca Lionello, già alla Mostra ne La fabbrica dei tedeschi di Mimmo Calopresti, è stato Giuda ne La Passione di Cristo di Mel Gibson. Elena Bouryka è una modella e attrice russa che comparirà anche nel Barbarossa di Giuseppe Martinelli. Enrico Tantucci segue da anni la Mostra per il nostro giornale.

I tre premiati da sin. Enrico Tantucci, Elena Bouryka e Luca Lionello

 


 

 


The New Venice

Friday 11 September 2009

Lido, awarded the three "Una vita nel cinema" awards
The 16th edition of the "A life in the cinema" award, awarded every year to personalities linked to world of cinema, represented by a work by the Venetian sculptor Giorgio Bortoli.
Luca Lionello, already at the Exhibition in Mimmo Calopresti's The German Factory, was Judas in Mel Gibson's The Passion of the Christ. Elena Bouryka is a Russian model and actress who will also appear in Giuseppe Martinelli's Barbarossa. Enrico Tantucci has been following the show for years for our newspaper.

The three awarded by sin. Enrico Tantucci, Elena Bouryka and Luca Lionello


67a Mostra internazionale d'arte cinematografica - Biennale Cinema di Venezia
Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 2010
67th International Film Festival - Venice Biennale Cinema Award: "A LIFE IN CINEMA" 2010

IL GAZZETTINO
Domenica 12 settembre 2010

PREMIO – (L.M.) Grande successo del premio “Una vita nel cinema” ospitato al Grande Albergo Ausonia Hungaria del Lido.
A rilanciare l'appuntamento sono stati due imprenditori veneti come Silvestro Zecchinato di “Zetatre Eventi” e il veneziano Leone Panisson con la “Bisanzio Gallery” di Murano.

Con quattro sculture dell'artista veneziano Giorgio Bortoli (nella foto di Francesco La Porta vediamo un momento della cerimonia) sono stati premiati alcuni importanti personaggi presenti alla 67a Mostra del Cinema. La cerimonia, presentata da Antonella Salvucci, è stata organizzata in collaborazione con la Provincia, e ha avuto la sapiente regia di Franco Mariotti, e tra gli interventi era presente anche l'asessore, Pierangelo Del Zotto.
Con le sculture di Bortoli sono stati premiati il regista Mimmo Calopresti, Valerio Caprara, critico cinematografico de “Il Mattino” di Napoli, Laura Delli Colli, presidente nazionale del Sindacato dei giornalisti cinematografici italiani, Eugenio Bennato e Lorena Bianchetti.

IL GAZZETTINO
Sunday, September 12,
2010

PRIZE - (LM) Great success of the award "A life in cinema" hosted at the Grande Albergo Ausonia Hungaria Lido.
To revive the event were two entrepreneurs like Sylvester Venetian sequins "Zetatre Events" and the Venetian Lion Panisson with Byzantium Gallery in Murano.

With four sculptures by the Venetian Giorgio Bortoli (photo by Francesco La Porta see a moment of the ceremony) were awarded some important personalities present at the 67th Venice Film Festival. The ceremony, presented by Antonella Salvucci was organized in collaboration with the province, and had the wise direction of Franco Mariotti, and between the interventions was also the asessore, Pierangelo Del Zotto.
With sculptures Bortoli were awarded the director Mimmo Calopresti, Valerio Caprara, film critic of Il Mattino di Napoli, Laura Delli Colli, President of the National Union of Journalists Italian film, Eugenio Bennato and Lorena Bianchetti.


Premiazione del cantautore
Eugenio Bennato.
Award Ceremony of the singer
Eugenio Bennato.


Premiazione del critico cinematografico Valerio Caprara, a sinistra lo scultore Giorgio Bortoli e a destra la presentatrice Antonella Salvucci.
Awarding of the film critic Valerio Caprara, left and right of the sculptor Giorgio Bortoli presenter Antonella Salvucci.


Il manifesto della
67a Mostra internazionale d'arte
cinematografica -
Biennale Cinema di Venezia
- Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 2009.
The poster for the 67th Venice International Film Festival -
Venice Film Festival - Prize: "A LIFE FOR THE FILM" 2009
.


Una delle sculture donate come premio
e realizzata dal maestro Giorgio Bortoli.
One of the sculptures as prizes donated
and built by master Giorgio Bortoli


68a Mostra internazionale d'arte cinematografica - Biennale Cinema di Venezia
Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 2011
68a International Film Festival - Biennial Cinema in Venice Prize: "A Life In The Cinema" 2011

Premio una vita nel Cinema
Premio " Una vita nel Cinema"
I tradizionali riconoscimenti offerti ogni anno in occasione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, consistono in 4 creazioni dello scultore Veneziano Giorgio Bortoli.
Le sculture ogni anno sono elaborate con tecniche e materiali diversi; i premi vengono attribuiti da 18 anni a personalità dl chiara fama che hanno saputo distinguersi nel mondo del cinema in tutte le sue componenti fondamentali.
I premi sono sponsorizzati da Zetatre Eventi di Zecchinato Silvestro, e Ristorante Pachuka eventi di Roberto Ceolln e patrocinati quest'anno dalla fondazione Ente dello Spettacolo di Roma nell'esclusivo spazio dell'Hotel Excelsior - Sala Tropicana.
Hanno presenziato all'evento il Presidente della Municipalità del Lido il Sig. Giorgio Vianello e per Il comune dl Venezia il consigliere comunale Marco Zuanich.
I 4 premiati sono:
- l'attrice Cristina Capotondi con la coroncina in bronzo e il leone che spicca il volo
il regista Francesco Patierno con un leone in "moeca" Intrecciato da una pellicola argentata
ll Presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo Monsignor Dario Viganò con l'esclusiva zampa di leone di San Marco montata su piedistallo ricavato da mattone del Campanile dl San Marco ed infine il Prof. Carlo Montanaro con una esclusiva targa creata appositamente “per un veneziano che dentro al Cinema - la sua casa è un museo del cinema”.

A life in the Cinema Prize

The traditional awards offered each year during the International Film Festival of Venice, consist of 4 creations of the sculptor Giorgio Bortoli Veneziano.
The sculptures are drawn up every year with different techniques and materials, the prizes are awarded to individuals for 18 years dL who were able to distinguish well-known in the world of cinema in all its core components.
The awards are sponsored by Zetatre Events Zecchinato Sylvester and Restaurant Roberto Ceolln Pachuka events this year and sponsored by the Institute of Performing Arts Foundation in the exclusive area of the Hotel Excelsior in Rome - Sala Tropicana.
Event was attended by the President of the Municipality of Lido Mr. Giorgio Vianello and dl The town councilor Venice Marco Zuanich.
The 4 winners are:
- The actress Christina Capotondi with bronze wreath and the lion takes flight
- director Francesco Patierno with a lion "Moec" Woven from a silver film
The Chairman of the Foundation Board of Entertainment
Monsignor Dario Viganò exclusive paw with the lion of St. Mark's mounted on a pedestal made from brick bell tower of San Marco and finally dl Prof. Carlo Montanaro sole plate with a specially created "in a Venetian film at - his house is a museum of cinema. "

 



Uno dei premi realizzati dal Maestro
Giorgio Bortoli
Leone in bronzo, 80 x 60 cm
"Una vita nel Cinema".
One of the awards made by Giorgio Bortoli
Lion in bronze, 80 x 60 cm
"A Life in Cinema".



Altri premi realizzati dal Maestro Giorgio Bortoli per "Una vita nel Cinema".
Other awards made by Maestro Giorgio Bortoli for "A Life in Cinema"



La coroncina in bronzo con il Leone che spicca il voto, consegnata dal Maestro Giorgio Bortoli all'attrice Cristina Capotondi.
The crown with the bronze lion that stands out the vote, delivered by Maestro Giorgio Bortoli actress Christina Capotondi.

L'attrice Cristina Capotondi con la sua coroncina in bronzo realizzata dal Maestro
Giorgio Bortoli.
Actress Christina Capotondi with its wreath in bronze made by the Master
Giorgio Bortoli.

La Nuova Venezia di giovedì
8 settembre 2011.
La Nuova Venezia Thursday,
September 8, 2011
.

Il Gazzettino di Venezia del 15 settembre 2011.
Il Gazzettino of Venice's September 15, 2011.

 

VIDEO dell'intervista a Cristina Capotondi e Giorgio Bortoli


69a Mostra internazionale d'arte cinematografica - Biennale Cinema di Venezia Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 18° edizione 2012
Con il Patrocinio del Comune di Venezia - I premi sono stati consegnati nella serata inaugurale del nuovo locale "Marchini Movie" Famiglia Vio
Mercoledì 10 ottobre 2012 presso il complesso ex Cinema Rossini a San Marco, restaurato dalla Ditta Finross

69a International Film Festival - Biennial Cinema in Venice
Prize: "A Life In The Cinema" 18^ edition 2012 - Under the Patronage of the Municipality of Venice
The awards were presented on the opening night of the new local "Marchini Movie" Family Vio
Wednesday, October 10, 2012 at the former complex Rossini Cinema in San Marco, restored by the company Finross


Premiazioni / awards:

Ditta Finross dei sig. Savio e Maritan
"Una vita nel Cinema" Perchè? Certo, per non aver solo banalmente restaurato! Ma propriamente per averci "messo" non solo le "mani", ma di più: intelligenza ed amore.
Con la loro professionalità il cinema nel territorio è rinato, grazie alla loro tenaciaunita ad una grande passione.

"A Life in Cinema" Why? Of course, for not only trivially restored! But precisely for having "put" not only "hands", but more: intelligence and love.
With their professionalism cinema in the area has been reborn, thanks to their tenaciaunita with a great passion.


Chiara Pavan
- giornalista e critico cinematografico de IL GAZZETTINO / - a journalist and film critic for THE GAZZETTINO
Non si scrive solo con la penna! Ma con grande passione, unita alla competenza di chi non lo fà solo di mestiere!
Chi entra nella dimensione della sesta arte, appunto il cinema, e lo vive con passione ed emozione può anche criticare e scrivere per essere costruttivi!
Not only writes with the pen! But with great passion, combined with the expertise of those who do not only makes job! Those who enter the sixth dimension of art, precisely the cinema, and lives with passion and emotion can also write to criticize and be constructive!


Pino Donaggio
- musicista e compositore / - musician and composer
Pino Donaggio, veneziano figlio di musicisti, comincia prestissimo come compositore, tutti lo ricordiamo con il grande successo: "Io che non vivo senza di te".
Negli anni '70 entra prepotentemente nel cinema realizzando la colonna sonora di Brian De Palma, da qui i successi internazionali del maestro Donaggio non si conteranno più.

Pino Donaggio, Venetian son of musicians, began early as a composer, all remember him with great success: "I can not live without you."
In the '70s enters forcefully in film making the soundtrack by Brian De Palma, hence the international success of the master Donaggio not there will be more.

La Nuova venerdì 19 ottobre 2012
Premio "Una vita nel Cinema"

Inaugurato il nuovo bar-caffetteria Marchini Movie, all'interno del nuovo complesso Cinema Rossini. Nel locale, le gigantografie dei mitici film girati a Venezia incise su lastre in acciaio inox e
pellicole specchiate che avvolgono le colonne del bar, realizzate dallo scultore Giorgio Bortoli. Per festeggiare la famiglia Vio ha organizzato
il premio "una vita per il cinema", assegnato quest'anno alla ditta Finross di Savio-Maritan che ha restaurato il cinema, alla giornalista Chiara Pavan e al compositore Pino Donaggio.

La Nuova Friday, October 19, 2012
Prize "A Life in the Cinema"
Opened the new café-bar Marchini Movie, within the new complex Cinema Rossini. In the room, the giant of the legendary films in Venice engraved on stainless steel plates and
films mirrored columns that surround the bar, by the sculptor Giorgio Bortoli. To celebrate the Vio family organized
the award "a life in cinema", this year awarded to the firm of Finross Savio-Maritan who restored the film, the journalist Chiara Pavan and composer Pino Donaggio.

IL GAZZETTINO Giovedì 18 ottobre 2012

"Una vita nel Cinema", premiata Chiara Pavan

Nei giorni scorsi è stato consegnato il tradizionale premio "Una vitanel cinema" Realizzato dallo scultore Girgio Bortoli.
Tra i premiati di quest'anno anche la giornalista del Gazzettino Chiara Pavan, "per la competenza unita alla passione costruttiva di chi è immerso totalmente nella sasta dimensione, il cinema".

IL GAZZETTINO Thursday, October 18, 2012
"A Life in Cinema", awarded Chiara Pavan
In recent days, was given the traditional award "A vitanel cinema" Powered by sculptor Girgio Bortoli.
Among the winners of this year the journalist Gazzettino Chiara Pavan, "for the power and the passion of those who are building totally im
mersed in sasta size, the cinema".





Uno dei premi realizzati dal maestro Giorgio Bortioli.
One of the awards made by the maestro Giorgio Bortioli.
La Nuova martedì 11 dicembre 2012

"Una vita nel cinema" Ora tocca a "Rossella 2"
di Marco Petricca

La diciottesima edizione del premio "Una vita nel cinema" quest'anno va a Pino Donaggio.
"Ne sono molto felice", dice lui, 70 anni compiuti, uno dei maggrori compositori mondiali di musica per thriller, il veneziano con un piede a Hollywood.
"Sto lavorando alla colonna sonora di Rossella 2", la seconda serie della fiction italiana, che arriva dopo i successi di un'altra fortunata serie televisiva, Don Matteo, musicata sempre da Donaggio, che nel frattempo ha stretto un sodalizio con Rai Fiction.
"Poi, due produzioni americane".
Uomo d'umiltà attenta, umana, è soprattutto autore complesso e poliedrico che percorre nella duplice carriera, prima di autore pop negli anni Sessanta, e poi con la seconda vita di ompositore, gran parte degli ultimi quarant'anni di musica italiana e internazionale.
Studi classici alle spalle, perfeziona il violino, che approfondisce al Consenrvatorio di Venezia e poi a Milano, e lì stringe una lunga collaborazione con il maestro Claudio Abbato. Poi arriva l'incontro con il cinema. E'il 1973.
Firma le musiche di un thriller ambientato a Vene zia, è "Don' t Look Now", del londinese Nicholas Roeg. E' un successo, la stampa inglese prende a cuore le musiche di Donagglo. Ha 32 anni, gli si apre davanti una carriera inesplorata. Il mondo del cinema lo vuole. Lavora con
Marcello Aliprandi e subito dopo è lavolta di "Un sussurro nel buio". Lascia Venezia, scopre gli Stati Uniti, sbarca a Hollywood e inizia un sodalizio con Brian De Palma che durerà molti anni. Anzi, tutt'ora.
Di Pino Donaggio sono le musiche di "Passion", l'ultimo film di Palma, presentato quest'estate al Lido, presto nelle sale e di cui qualcuno ha già scritto che la colonna sonora è più bella del film. "Brian mi chiama solo per certi tipi di film", rivela Donaggio.
La motivazione del premio che ieri sera gli è stato consegnato al nuovo cinema Rossini, nella sala Marchini Movie, è stata un'occasione per ripercorre questa lunga carriera e forse anche per dare nuovo lustro alla diciottesima edizione di un premio nato al Lido di Venezia,
è che nel tempo conta, anche con uno sguardo che ammicca alla laguna, la lunga lista dei talenti del grande scherno.

La Nuova Tuesday, December 11, 2012
"A life in the cinema" Now it's up to "Scarlett 2"
Mark Petricca

The eighteenth edition of the "A Life in Film" this year goes to Pino Donaggio.
"I'm very happy," he says, 70 years old, one of the world maggrori composers of music for thriller, the Venetian with one foot in Hollywood.
"I'm working on the soundtrack of Rossella 2", the second series of Italian fiction, which comes after the success of another successful television series Don Matteo, with music always Donaggio, who has since entered into a partnership with Rai Fiction.
"Then, two American productions."
Careful man of humility, human author is especially complex and multifaceted that runs in dual career, first author of pop in the sixties, and then the second life ompositore, much of the last forty years of Italian and international music.
Classical studies behind it, perfects the violin, which deepens the Consenrvatorio of Venice and Milan, and there holds a long association with the maestro Claudio Abbato. Then comes the encounter with the cinema. It is the 1973.
Signature music of a thriller set in veins aunt is "Don 't Look Now," the London-based Nicholas Roeg. It 'a success, the British press took to heart the music of Donagglo. 32 years old, he is a career opening before unexplored. The film world wants it. Work with
Marcello Aliprandi and soon after LaVolta of "A whisper in the dark." Leaves Venice, finds the United States, arrives in Hollywood and began a collaboration with Brian De Palma that will last many years. Indeed, to this day.
Pino Donaggio are the music of "Passion", the latest film by Palma, presented this summer at the Lido, in theaters soon and that someone has already written the soundtrack of the film is more beautiful. "Brian called me only for certain types of films," says Donaggio.
The award last night he was handed over to the new cinema Rossini, room Marchini Movie, it was an opportunity for traces this long career, and perhaps also to give new luster to the eighteenth edition of a premium born in Venice Lido,
is that in the time counts, with a look that nods to the lagoon, the long list of talents on the big screen.




Consegna del premio a
Pino Donaggio.
The award to
Pino Donaggio.
Il GAZZETTINO mart 11 dicembre 2012
Consegnato a Pino Donaggio il premio "Una vita nel cinema" - Se la colonna sonora è come una sinfonia

VENEZIA - È il secondo premio alla cariera che riceve quest'anno, ma ad appendere penna e spartiti al chiodo non ci pensa minimamente, anzi non ha mai lavorato così tanto come in questi ultimi tempi.
Il musicista e compositore Pino Donaggio, 71 anni, dopo aver ottenuto in Belgio il prestigioso "Lifetime Achievement Award", ovvero il Premio alla carriera, nell'ambito dei "World Soundtrack Awards", ieri ha ricevuto negli spazi del cinema Rossini il premio "Una vita nel cinema", ideato dallo scultore Giorgio Bortoli.
Nativo di Burano, Donaggio risiede ancora a Venezia - nel sestiere di Cannaregio - e crea le musiche di film e fiction nel suo studio, affacciato sul Canal Grande, a due passi dalla basilica della Salute. "I canali, la laguna mi ispirano - spiega il famoso compositore - Non potrei mai lasciare Venezia, qui ho iniziato a comporre le musiche del mio primo film "A Venezia... un dicembre rosso shocking", mi porta fortuna.
Ora è un po' rovinata dai turisti ma è sempre la nostra bella città".
In trent'anni di attività ha composto 210 colonne sonore di film e fiction, in quella che considera la sua terza carriera, dopo quella del musicista e del cantautore. "Iniziai studiando al conservatorio prima di Venezia e poi di Milano.
Ero solista di violino e ho suonato coi Solisti Veneti e con Claudio Abbado e i Solisti di Milano.
Quindi passai a scrivere canzoni e a provarle con mio padre. Ne proposi una a Mina e finii al festival di Sanremo all'età di 19 anni e mezzo con "Come sinfonia".
Ricordo l'entusiasmo del successo, i primi dischi, i miei dieci festival di Sanremo". "Dopo vent'anni esatti dallo psycho-thriller "Doppia personalità" ("I Raising Cain") - spiega Donaggio - ho ripreso con piacere la mia collaborazione, con il regista Brian De Palma per il suo nuovo film "Passion", presentato al Festival del cinema veneziano, che uscirà a febbraio. Mi piace musicare thriller, mi permette di sperimentare musica moderna, cosa che non posso fare con le fiction come "Don Matteo", "Rossella", "Un passo dal cielo", "Ho sposato uno sbirro" o "Provaci ancora prof". Proprio in questi giorni sto preparando le colonne sonore di tre fiction ("Don Matteo 9", "Rossella 2" e "Provaci ancora prof 5"), ma sono i film la mia passione: dopo "Cesare Mori - ll prefetto di ferro", ho in programma un nuovo film del regista Don Mancini e un film olandese e sto terminando le canzoni per il primo cd di Gabriella Pession".
Daniela Ghio

Il GAZZETTINO Tuesday, December 11, 2012
Delivered to Pino Donaggio the prize "A life in the cinema"
If the score is like a symphony

VENICE - This is the second prize at the receiving cariera
this year, but to hang on a nail pen and sheet there think at all, in fact it has never worked so hard as in recent times.
The musician and composer Pino Donaggio, 71 years after
obtained in Belgium the prestigious "Lifetime Achievement Award" or the Career Achievement Award, as part of the "World Soundtrack Awards ", yesterday received in the spaces of cinema Rossini Award "A life in cinema", created by the sculptor Giorgio Bortoli.
A native of Burano, Donaggio still resides in Venice - in
Cannaregio - and creates music for film and TV series in her study, overlooking the Grand Canal, just steps from the
Basilica della Salute. "The canals, the lagoon inspire me - says the famous composer - I could never leave Venice, here I
began to compose the music for my first film "In Venice ...
Look Now, "brings me luck.
Now is a bit 'ruined by tourists but it is always our beautiful
city. "
In thirty years he composed 210 film scores and fiction, in what he considers his third career, after that of the musician and songwriter. "I started studying at the Conservatory before Venice and Milan.
I was solo violin and played with the Solisti Veneti and Claudio Abbado and the Solisti di Milano.
So I went to write songs and try them out with my father. Any
proposed a Mina and I ended up in the Sanremo Festival at the age of 19 years and a half with "How symphony.
"I remember the enthusiasm of success, the early records, my ten Sanremo festival. "" After Twenty years from psycho-thriller "Double personality" ("The Raising Cain") - explains Donaggio - I taken with pleasure my collaboration with director Brian De Palma for his new movie "Passion", presented at
Venice Film Festival, which will be released in February. I like
music for thriller, it allows me to experiment with modern music, What I can not do with fiction as "Don Matteo"
"Scarlett", "One step from heaven", "I married a cop" or "Play it again, Professor." In these days I'm preparing the scores for three films ("Don Matteo 9", "Rossella 2" "Play it again prof 5"), but the films are my passion: after "Cesare Mori - The prefect of iron," I'm planning a new film directed by Don Mancini and a Dutch film and I am finishing songs for the first album from Gabriella Pession."
Daniela Ghio


70a Mostra internazionale d'arte cinematografica - Biennale Cinema di Venezia - Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 19° edizione 2013
Con il Patrocinio del Comune di Venezia - I premi sono stati consegnati (lunedì 2 settembre 2013) nello spazio della Regione del Veneto, presso l'Hotel Excelsior nell'ambito della Mostra del Cinema
70a International Film Festival -
Bienniale Cinema in Venice Prize: "A Life In The Cinema" 19^ edition 2013
Under the patronage of the Municipality of Venice The awards were presented (Monday, 2 September 2013) in the space of the Veneto Region, at the Hotel Excelsior as part of the Film Festiva
l

Premiazioni:
GIULIANO MONTALDO, regista / director
VIRNA LISI
, attrice / actress
GIORGIO ZUCCHIATI
, fotografo della Biennale di Venezia / photographer of the Venice Biennale
KAREN DI PAOLA
, fotografa / photographer



La Nuova
martedì 3.9. 2013
Premio "Una vita nel Cinema" a Montaldo, Virna Lisi, Zucchiati, Karen

La Nuova Tuesday, September 3, 2013
Prize "A Life in Cinema" in Montaldo, Virna Lisi, Zucchiati, Karen

 



IL GAZZETTINO venerdì 6 settembre 2013
Montaldo: amo Venezia, Marco Polo è mio "amico"

IL GAZZETTINO Friday, September 6, 2013
Montaldo: I love Venice, Marco Polo is my "friend"

 

 

www.cinematografo.it


Montaldo premiato per "Una vita nel cinema"
Al regista va l'opera dello scultore Giorgio Bortoli. Conferita anche a Virna Lisi e ai fotografi Giorgio Zucchiatti e Karen Di Paola
martedì 3 settembre 2013


CLICCA QUI

 

gossip.libero.it

Libero Gossip - Montaldo premiato per "Una vita nel cinema"

Al regista va l'opera dello scultore Giorgio Bortoli. Conferita anche a Virna Lisi e ai fotografi Giorgio Zucchiatti e Karen Di Paola. Il riconoscimento quest'anno è andato al regista Giuliano Montaldo, all'attrice Virna Lisi e ai fotografi Giorgio ...

CLICCA QUI

 

cinema.mtv.it

NEWS - Montaldo premiato per “Una vita nel cinema”
3 settembre 2013
Al regista va l’opera dello scultore Giorgio Bortoli. Conferita anche a Virna Lisi e ai fotografi Giorgio Zucchiatti e Karen Di Paola

di Sacha Lunatici


CLICCA QUI

 


Premio a Montaldo
Giuliano, regista

Prize to Montaldo
Giuliano, director


Premio a Virna Lisi,
attrice
Prize to Virna Lisi,
actress


Premio a Karen Di Paola,
fotografa
Prize to Karen Di Paola,
photographer


Premio a Giorgio
Zucchiati, fotografo della
Biennale di Venezia
Prize to Giorgio
Zucchiati, photographer
Venice Biennal

71a Mostra internazionale d'arte cinematografica - Biennale Cinema di Venezia
Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 21° edizione 2014 - "Il Cinema a Chilometro zero"

La bellezza femminile e la cucina veneta - Con il Patrocinio della Regione del Veneto e del Comune di Venezia
I premi sono stati consegnati nella giornata di domenica 31 agosto 2014, ore 12,30, presso la sala della Regione del Veneto all'interno dell'Hotel Excelsior

71a International Film Festival - Bienniale Cinema in Venice - Prize: "A Life In The Cinema" 21^ edition 2014 "The zero mileage cinema"
The feminine beauty and the Venetian cuisine With the patronage of the Veneto Region and the City of Venice The prizes were delivered on Sunday,
August 31, 2014, at 12.30, in the hall of the Veneto Region within Hotel Excelsior


Premiazioni:
GIORGIO GOSETTI
, critico cinematografico, sceneggiatore , scrittore / film critic, screenwriter, writer
GAETANO (TATTI) SANGUINETTI
, regista / film director
KATY MONIQUE cUOMO
, attrice / actress
LORENZO MAJER
, giornalista de "Il Gazzettino" / journalist of "Il Gazzettino"

Clicca qui per accedere alle interviste realizzate dal giornalista Giovanni Levis

http://youtu.be/ETCJbmg1gpI


Locandina dell'evento


Una delle sculture realizzate da Giorgio Bortoli e consegnata al giornalista Lorenzo Majer


La scultura realizzata da Giorgio Bortoli e consegnata al regista Gaetano Sanguinetti


La scultura realizzata da Giorgio Bortoli e consegnata all'attrice Katy Monique Cuomo


AArticolo pubblicato su "La Nuova", edizione di gioved' 11 settembre 2014


Federici tra due delle 4 Marie venute a far da madrine alla premiazione

Inizia il dibattito sulle finalità dell'evento

La sala della Regione del Veneto all'interno dell'Hotel Excelsion con tutti gli invitati alle premiazioni

L'intervento del rappresentante della municipalità

L'intervento dello scultore Giorgio Bortoli, tra i principali organizzatori e sostenitore dell'evento

L'intervento di Giorgio Gosetti

L'intervento della rappresentante della Cooperativa "Il Cerchio" che ha realizzato con le carcerate della Giudecca gli abiti d'alta moda indossati dalle Marie


Bortoli consegna, per il tramite di una delle Marie, il premio al giornalista Lorenzo Majer

Intervento e ringraziamenti del giornalista Lorenzo Majer

Consegna del remio all'attrice Katy Monique Cuomo

Primo piano dell'alltrice Katy Monique Cuomo

Giorgio Bortoli insieme alle madrine (le Marie) durante la consegna dei premi

Bortoli consegna, per il tramite di una delle Marie, il premio al critico cinematografico, docente, sceneggiatore e scrittore Giogio Gosetti

Bortoli consegna il premio al famoso regista Gaetano Sanguinetti detto Tatti, che ultimamente ha realizzato il film sulla vita di Andreotti

Foto di gruppo con Bortoli ed i 4 premiati con le sculture/premio, da lui realizzate. In alto Katy Monique, in basso a partire da sin. Giorgio Gosetti, Lorenzo Majer e Gaetano Sanguinetti

In alto le 4 Marie ai lati con al centro lo Scultore G. Bortoli insieme all'attrice Katy Monique. In basso, a partire da sin., Giorgio Gosetti, Lorenzo Majer e Gaetano Sanguinetti

Giorgio Gosetti saluta mostrando una delle bottiglie di prosecco offerte dallo sponsor Canevel. Prosecco poi bevuto durante il rinfresco, veramente ottimo!!!

L'attrice Katy Monique rilascia l'autogrfo ad un fan

72a Mostra internazionale d'arte cinematografica - Biennale Cinema di Venezia
Incontro sul tema "Cinema beyond the Ghetto"
e consegna del Premio, giunto alla sua XXII Edizione
"Una Vita nel Cinema".
L'iniziativa apre il Progetto triennale VENICE BEYOND THE GHETTO.

Con il Patrocinio della Regione del Veneto e del Comune di Venezia
I premi sono stati consegnati nella giornata di domenica 9 settembre 2015, ore 20,00,
presso la sala della Regione del Veneto all'interno dell'Hotel Excelsior

Partecipanti:

Scialom Bahbout, Rabbino;
Marco Bellocchio, Regista,
Giovanni de Luca, Direttore Generale della Sede RAI del Veneto;
Roberto Ellero, Dirigente Settore Cinema del Comune di Venezia;
Giorgio Ginori, ideatore, realizzatore e direttore dell'evento L'Isola del Cinema sull'Isola Tiberina a Roma, nel 2011 ha creato la Società di produzione Maiora Film per sviluppare idee, soggetti e sceneggiature cinematografiche e televisive dalla parte del cinema giovane;
Carlo Lavagna, Regista
Tommaso Bertani, Produttore del Film "Arianna".


Premiati:

Marco Bellocchio, per la sua carriera e per la proposta culturale dei suoi film che in estrema sintesi possiamo definire "contro e oltre";
Carlo Lavagna, Regista e Tommaso Bertani, Produttore del Film "Arianna", due giovani promesse che hanno trattato una "tipologia di ghetto", mettendo in scena il tema dell'ermafroditismo e mostrando il limite che il potere esercita nei confronti di chi, consapevolmente o meno, lo minaccia;
Giorgio Ginori, per aver dedicato con successo la sua vita alla diffusione del cinema di qualità.


Presentatrice:

Antonella Salvucci con la presenza delle ragazze che durante il Carnevale rievocano la tradizione delle Marie e del Volo dell'Angelo

 

Il Gazzettino
ven 11 sett 2015


La Nuova
merc 16 sett 2015


Cartolina d'nvito dell'evento: Una Vita nel Cinema


L'ingresso della sala della Regione del Veneto presso l'Hotel Excelsior


Scultura - premio, realizzata dal Maestro Giorgio Bortoli


Scultura - premio, realizzata dal Maestro Giorgio Bortoli


Vista d'insieme delle Sculture - premio, realizzate dal Maestro Giorgio Bortoli

Scultura - premio, realizzata dal Maestro Giorgio Bortoli
Il logo dell'evento con gli sponsor

La scultura "logo" ufficiale dell'evento "Una Vita nel Cinema"

Antonella Salvucci

Due delle Marie con l'ideatrice dei vestiti

Due delle Marie

Antonella Salvucci

Tabellone dello sponsor Caffè Hausbrandt

Da sinistra verso destra: il regista Carlo Lavagna, Giorgio Ginori, Giovanni De Luca e Marco Bellocchio. In Piedi le quattro bellissime Marie, madrine dell'evento


Antonella Salvucci mentre presenta il regista Marco Bellocchio


Da sinistra verso destra: il regista Carlo Lavagna, Giorgio Ginori, Giovanni De Luca e Marco Bellocchio.

La sala ddella Regione de Veneto dove si è svolto l'evento

il regista Marco Bellocchio

Da sinistra verso destra: il regista Carlo Lavagna, Giorgio Ginori, Giovanni De Luca e Marco Bellocchio. In Piedi le quattro bellissime Marie, madrine dell'evento

La sala ddella Regione de Veneto dove si è svolto l'evento

il regista Marco Bellocchio mentre riceve il suo premio dalle mani di una delle Marie


il regista Marco Bellocchio mentre riceve il suo premio dalle mani di una delle Marie


Uno degli Sponsor (Caffè Hausbrandt) con Marco Bellocchio e lo scultore Giorgio Bortoli

Davide Federici continua il dibattito sul tema "Cinema beyond the Ghetto"

Altre fasi del dibattito e presentazione del progetto: "Cinema beyond the Ghetto"

Giovanni De Luca partecipa al dibattito sul tema "Cinema beyond the Ghetto"

Giovanni De Luca (Direttore Generale della Sede RAI del Veneto) riceve dalle una delle sculture del Maestro Bortoli

Giovanni De Luca con il Maestro Bortoli

La scultura consegnata a Giovanni De Luca

L'intervento di Giorgio Ginori

Particolare del rinfresco offerto dagli Sponsor

Il tavolino per la degustazione del Caffè Hausbrandt

Particolare del rinfresco offerto dagli Sponsor

Particolare del rinfresco offerto dagli Sponsor

Particolare del rinfresco offerto dagli Sponsor

Momenti della presentazione del progetto
"Cinema beyond the Ghetto"

La sala ddella Regione de Veneto dove si è svolto l'evento

Da sinistra verso destra: Giorgio Ginori, il Rabbino
Scialom Bahbout, Giovanni De Luca e Carlo Lavagna

L'intervento del Rergista Carlo Lavagna, al centro nella foto

La sala ddella Regione de Veneto dove si è svolto l'evento

Alcuni degli invitati

Fasi delle premiazioni

Giorgio Ginori con la sua scultura - premio, insieme ad una delle bellissime Marie

Consegna del premio al giovane regista Carlo Lavagna

L'intervento del Rabbino Scialom Bahbout

Davide Federici, uno dei principali organizzatori dell'evento "Una vita nel Cinema", a destra la presentarice Antonella Salvucci


Chiusura de dibattito e della presentazione del progetto "Cinema beyond the Ghetto"


Da sinistra verso destra: la moglie del Rabbino Scialom Bahbout, il Rabbino, lo scultore Giorgio Bortoli, Giorgio Ginori e Giovanni De Luca

Da sinistra verso destra: il Rabbino Scialom Bahbout, lo scultore Giorgio Bortoli e Giorgio Ginori

Giorgio Ginori ammira con soddisfazione la scultura del maestro scultore Giorgio Bortoli avuta in premio

Il tavolino per la degustazione del Caffè Hausbrandt

il Rabbino Scialom Bahbout

il Rabbino Scialom Bahbout si intrattiene con simpatia con Bortoli e Federici

Durante il rinfresco offerto dagli Sponsor

Lo scultore Giorgio Bortoli con la presentatrice Antonella Salvucci

E finalmente tutti presso il rinfresco offerto dagli Sponsor

Les Babettes

Il rinfresco offerto dagli Sponsor

Durante il rinfresco offerto dagli Sponsor

Particolare del rinfresco offerto dagli Sponsor

Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 23° edizione 2016 - "La musica incontra il cinema"
16 ottobre 2016 - Thiene (VI) - Teatro comunale
Il Maestro Giorgio Bortoli premia con una scultura da lui realizzata, il Direttore Costantino Carollo dell'orchestra "Casanova Venice Ensemble"

Award: "A LIFE IN CINEMA" 23rd edition 2016 - "Music meets cinema"
16 October 2016 - Thiene (VI) - Municipal theater

Maestro Giorgio Bortoli awards with a sculpture he created, the Director Costantino Carollo of the "Casanova Venice Ensemble" orchestra


Il maestro Giorgio Bortoli durante
l'evento "Una Vita nel Cinema"
Maestro Giorgio Bortoli during
the "Una Vita nel Cinema" event

Il direttore d'orchestra Costantino Carollo
premiato con la scultura realizzata dal
Maestro Giorgio Bortoli
The conductor Costantino Carollo
awarded with the sculpture created by
Maestro Giorgio Bortoli

Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 24° edizione 2017
Con il Patrocinio della Regione del Veneto - Lido di Venezia - presso la sala della Regione del Veneto all'interno dell'Hotel Excelsior
venerdì 31 agosto 2017 - Il Maestro Giorgio Bortoli premia con una scultura da lui realizzata, la regista e produttrice cinematografica Camilla Nesbitt per il film "Raccontare Venezia"

Award: "A LIFE IN CINEMA" 24th edition 2017 - With the Patronage of the Veneto Region - Lido di Venezia - at the Veneto Region hall inside the Hotel Excelsior
Friday 31 August 2017 - Maestro Giorgio Bortoli awards with a sculpture he has created, the film director and producer Camilla Nesbitt for the film "Raccontare Venezia"


Il Gazzettino di Venezia - venerdì 08.09.2017 - Friday 08.09.2017

La Nuova - martedì 19.09.2017
Tuesday 19.09.2017


La scultura/premio, realizzata dallo scultore Giorgio Bortoli, in bronzo ed ottone su mattone originario del vecchio Campanile di San Marco crollato
The sculpture / award, made by the sculptor Giorgio Bortoli, in bronze and brass on brick originating from the collapsed old San Marco Bell Tower


Particolare della scultura
Detail of the sculpture

La scultura con il suo cofanetto
The sculpture with its casket

L'assessore alla cultura della Regione Veneto, Cristiano Corazzari e a destra il Maestro Giorgio Bortoli
The councilor for culture of the Veneto Region, Cristiano Corazzari and on the right the Maestro Giorgio Bortoli

A sinistra Cristiano Corazzari, al centro Camilla Nesbitt ed a destra Giorgio Bortoli
On the left Cristiano Corazzari, in the center Camilla Nesbitt and on the right Giorgio Bortoli

A partire da sinistra: Jacopo Nani Mocenigo, titolare azienda vinicola e sponsor dell'evento, Cristiano Corazzari, Camilla Nesbitt, Giorgio Bortoli
Starting from the left: Jacopo Nani Mocenigo, owner of the winery and sponsor of the event, Cristiano Corazzari, Camilla Nesbitt, Giorgio Bortoli

La sala della Regione Veneto presso l'Hotel Excelsior del Lido di Venezia
La sala della Regione Veneto presso l'Hotel Excelsior del Lido di Venezia

La locandina del film: "Raccontare Venezia"
The movie poster: "Raccontare Venezia"


La Nuova,
Lun. 08.10.2018
The new,
Monday 8.10.2018

L'attrice Daniela Poggi mentre viene premiata con la scultura preparata dal maestro Giorgio Bortoli
The actress Daniela Poggi while being rewarded with the sculpture prepared by the master Giorgio Bortoli

La scultura con la quale è stata premiata Daniela Poggi - bronzo ottone alluminio - 25 x 15 cm x 150 cm
The sculpture with which Daniela Poggi was awarded - bronze brass aluminum - 25 x 15 cm x 150 cm

Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 25° edizione 2018
Roma - organizzato dal Sindaco di Vetralla, Sandrino Aquilani
Premiati Daniela Poggi
ed il prestigiatore veneziano Silvan (Aldo Savoldello)

Award: "A LIFE IN CINEMA" 25th edition 2018
Rome - organized by the Mayor of Vetralla, Sandrino Aquilani
Daniela Poggi rewarded
and the Venetian magician Silvan (Aldo Savoldello)


Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 26° edizione 2019
(Con il Patrocinio della Regione del Veneto - Lido di Venezia - presso la sala della Regione del Veneto all'interno dell'Hotel Excelsior)
3 settembre 2019 - Il Maestro Giorgio Bortoli premia con una scultura da lui realizzata, il fotografo Rino Barillari (detto il Re dei Paparazzi)
ed
il film di Giancarco Scarchilli e Massimo Spano, intitolato: "The Kings of Paparazzi", la vera storia di Rino Barillari

Award: "A LIFE IN CINEMA" 26th edition 2019
(With the sponsorship of the Veneto Region - Lido di Venezia - at the Veneto Region hall inside the Hotel Excelsior)
3 September 2019 - Maestro Giorgio Bortoli rewards with a sculpture he created, the photographer Rino Barillari (known as the King of the Paparazzi)
and the film by Giancarco Scarchilli and Massimo Spano, entitled: "The Kings of Paparazzi", the true story of Rino Barillari


La locandina dell'evento
The event poster

Il premio realizzato dal maestro Giorgio Bortoli
The award realized by the master Giorgio Bortoli

Il maestro Bortoli mentre
consegna il premio al fotografo Rino Barillari
Master Bortoli while
award the prize

Intervista a Rino Barillari
Interview with Rino Barillari


Momenti della premiazione
Prize-giving moments

 

Intervista al Maestro Giorgio Bortoli di Venezia To Day, cliccare sulla scritta qui sotto
Interview with Maestro Giorgio Bortoli of Venice To Day, click on the writing below

Iintervista a Giorgio Bortoli di Venezia To Day

VENEZIA TO DAY - 05 settembre 2019

Premio “Una Vita nel Cinema” a Rino Barillari The King of Paparazzi


Straordinario successo il premio alla carriera a Rino Barillari e la menzione d’onore a Giancarlo Scarchilli e Massimo Spano per il film “The King Of Paparazzi” nella cornice del Festival del Cinema di Venezia 2019.

Nel contesto della 76ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia presso la cornice sublime dell’Hotel Excelsior Lido di Venezia, il vero cuore della kermesse cinematografica, dove tutti i protagonisti di fama internazionale si incontrano durante il Festival, è andato in scena il prestigioso Premio “Una Vita nel Cinema” nella sala d’onore della Regione Veneto.
Premio ideato oltre 25 anni fa dal famoso artista e scultura di fama internazionale Giorgio Bortoli. In questi anni sono stati premiati personaggi come: Maria Grazia Cucinotta, Debora Caprioglio, Gillo Pontecorvo, Ornella Muti, Woody Allen, Marco Bellocchio…

IL PREMIO 2019
L’edizione 2019 del Premio “Una Vita nel Cinema” è stata presieduta dal dott. Gabriele Ferrieri, Presidente di Giuria e del Comitato Organizzativo insieme al dott. Mattia Carlin (Segretario Generale del Premio) e dal dott. Francesco Confuorti Presidente della Fondazione Advantage e Advantage Green nonché sostenitore e co-organizzatore del Premio.
Iniziativa co-promossa e patrocinata da ANGI – Associazione Nazionale Giovani Innovatori che ha sottolineato lo straordinario percorso dell’innovazione nel mondo dell’intrattenimento e del cinema, impreziosendo con il suo importante contributo la cerimonia d’onore della premiazione.

Un grazie particolare alle istituzioni presenti e in particolare alla Regione Veneto e all’Assessore Cristiano Corazzari, al comune di Venezia e al Consigliere Matteo Senno, all’Ambasciatore Umberto Vattani e agli altri membri del comitato d’onore: Katia Ferri Melzi d’Eril (scrittrice), Nicola Santini (giornalista e opinionista televisivo), Enrico Fiore (Ceo di UniOne), Yurico Damiani (artista), Andrea Pilotti (Amministratore delegato di 5 Hats srl) e Francesco Di Silvio (Produttore cinematografico).

L’ambito riconoscimento è andato a Rino Barillari - il fotografo che ha svelato e ‘inventato’ con le sue foto l’Italia della Dolce Vita, rendendola il simbolo del nostro Paese nel mondo, contribuendo a far amare il ‘Made in Italy’. Rino Barillari è stato premiato per la sua meravigliosa carriera alla presenza delle massime autorità tra cui: diplomatici, personalità istituzionali dello spettacolo e della cultura dell’industria con la sala ricca di giornalisti e fotografi da tutto il mondo.
Premio e menzione d’onore a Giancarlo Scarchilli e Massimo Spano per il film “The King Of Paparazzi”, una storia meravigliosa in cui hanno saputo cogliere la vera essenza del lavoro di Rino e soprattutto il percorso straordinario del paparazzo in oltre 50 anni di lavoro, riscostruendo ogni momento storico della vita del fotografo con testimonianze illustri di coloro che sono stati spettatori del suo lavoro.

Appuntamento per la prossima edizione del festival del Cinema di Venezia 2020!

VENICE TO DAY - 05 September 2019

"Una Vita nel Cinema" Award to Rino Barillari The King of Paparazzi


Extraordinary success was the career award to Rino Barillari and the honorable mention to Giancarlo Scarchilli and Massimo Spano for the film "The King Of Paparazzi" in the setting of the 2019 Venice Film Festival.

In the context of the 76th Venice International Film Festival at the sublime setting of the Hotel Excelsior Lido in Venice, the true heart of the film festival, where all the internationally renowned protagonists meet during the Festival, the prestigious event took place "Una Vita nel Cinema" Award in the hall of honor of the Veneto Region.
Award conceived over 25 years ago by the famous artist and sculpture of international fame Giorgio Bortoli. In these years, characters such as Maria Grazia Cucinotta, Debora Caprioglio, Gillo Pontecorvo, Ornella Muti, Woody Allen, Marco Bellocchio have been awarded ...

THE 2019 AWARD
The 2019 edition of the "Una Vita nel Cinema" Award was chaired by Dr. Gabriele Ferrieri, President of the Jury and of the Organizing Committee together with dr. Mattia Carlin (Secretary General of the Prize) and by dr. Francesco Confuorti President of the Advantage Foundation and Advantage Green as well as supporter and co-organizer of the Award.
An initiative co-promoted and sponsored by ANGI - National Association of Young Innovators which highlighted the extraordinary path of innovation in the entertainment and cinema world, embellishing with its important contribution the ceremony of honor of the awarding.

A special thanks to the institutions present and in particular to the Veneto Region and to the Councilor Cristiano Corazzari, to the municipality of Venice and to the Councilor Matteo Senno, to Ambassador Umberto Vattani and to the other members of the honorary committee: Katia Ferri Melzi d'Eril (writer), Nicola Santini (journalist and television commentator), Enrico Fiore (CEO of UniOne), Yurico Damiani (artist), Andrea Pilotti (CEO of 5 Hats srl) and Francesco Di Silvio (film producer).

The coveted award went to Rino Barillari - the photographer who revealed and 'invented' Italy with the Dolce Vita through his photos, making it the symbol of our country in the world, helping to make 'Made in Italy' loved. Rino Barillari has been awarded for his wonderful career in the presence of the highest authorities including: diplomats, institutional personalities of entertainment and industry culture with a room full of journalists and photographers from all over the world.
Award and honorable mention to Giancarlo Scarchilli and Massimo Spano for the film "The King Of Paparazzi", a wonderful story in which they were able to grasp the true essence of Rino's work and above all the extraordinary journey of the paparazzo in over 50 years of work , reconstructing every historical moment of the photographer's life with illustrious testimonies of those who have been spectators of his work.

Appointment for the next edition of the 2020 Venice Film Festival!


Premio: "UNA VITA NEL CINEMA" 27° edizione 2020
Assegnato al nuovo presidente della Biennale, Roberto Cicutto il premio con una scultura,
realizzata dallo scultore Giorgio Bortoli - presso l'Hotel Excelsior

Award: "A LIFE IN CINEMA" 27th edition 2020
The prize was awarded to the new president of the Biennale, Roberto Cicutto with a sculpture,
created by the sculptor Giorgio Bortoli - at the Excelsior Hotel


Fasi della Premiazione
Phases of the award ceremony

 


La scultura realizzata dal Maestro Bortoli
data in premio a Roberto Cicutto
The sculpture created by Maestro Bortoli
awarded to Roberto Cicutto

Roberto Cicutto co la scultura
avuta il premio
Roberto Cicutto with sculpture
had the prize

Elenco dei premi realizzati dal Maestro Giorgio Bortoli dal 1994 ad oggi
List of awards made by Maestro Giorgio Bortoli from 1994 to present

1994 – 51^ Mostra del Cinema di Venezia
GIAN LUIGI RONDI, Presidente Biennale di Venezia

1995 - 52^ Mostra del Cinema di Venezia
GILLO PONTECORVO, Direttore Mostra del Cinema di Venezia

1996 - 53^ Mostra del Cinema di Venezia
GILLO PONTECORVO, Direttore Mostra del Cinema di Venezia
1997 - 54^ Mostra del Cinema di Venezia
FELICE LAUDADIO, Direttore Mostra del Cinema di Venezia
1998 - 55^ Mostra del Cinema di Venezia
GIANFRANCO PONTEL, Segretario Generale Biennale di Venezia
MARIA GRAZIA CUCINOTTA, Madrina 55^ Mostra del Cinema
ROBERTO CHIA, Funzionario Biennale di Venezia
1999 - 56^ Mostra del Cinema di Venezia
ALBERTO BARBERA, Direttore Mostra del Cinema di Venezia
DARIO VENTIMIGLIA, Funzionario Biennale di Venezia
ANNA GALIENA, Madrina 56'^ Mostra del Cinema
2000 - 57^ Mostra del Cinema di Venezia
PAOLO BARATTA, Presidente Biennale di Venezia
ANGELO BACCI, Funzionario Biennale di Venezia
CHIARA CASELLI, Madrina 57A Mostra del Cinema
CITTO MASELLI, Regista
2001 - 58^ Mostra del Cinema di Venezia
MASSIMO CODA, Coordinatore Generale Biennale -
CARLO AZELIO CIAMPI, Presidente della Repubblica Italiana
2002 - 59^ Mostra del Cinema di Venezia
LOLITA SIROLA, Striscia la Notizia
GIANNI IPPOLITI, Ral
2003 - 60^ Mostra del Cinema di Venezia
HANA MAKAHMALBAF, regista iraniana
MORITZ DE HALDEN, Direttore della Mostra del Cinema
2004 - 61^ Mostra del Cinema di Venezia
TIARA JAQUELINA. attrice
GIL ROSSELLINI. regista
DAVIDE CRÒFF, Presidente Biennale di Venezia

2004 - Teatro Malibran - Venezia
Bronzetto realizzato per il regista ed attore Voody Allen

2005 - 62^ Mostra del Cinema di Venezia
MARCO MULLER, direttore Mostra del Cinema
GIANNI IPPOLITI, Conduttore e critico
2006 - 63^ Mostra del Cinema di Venezia
MICHELE PLACIDO, attore
STEFANIA ROCCA, attrice
SANDRO VETTOR, funzionario Biennale di Venezia
2007 - 64^ Mostra del Cinema di Venezia - 14a edizione del premio "AVAL"
LUIGI CUCINIELLO. direttore organizzativo Mostra del Cinema
SUSANNA SMITH. attrice
ANTONELLA SALVUCCI, attrice
GIANFRANCO TAGLIAPIETRA, fotografo Interpress

2007 - 64^ Mostra del Cinema di Venezia - Premio: "UNA VITA PER IL CINEMA"
ENNIO MORRICONE, musicista e compositore
TSAI MING-LIANG di Taiwan, regista

2008 - 65^ Mostra del Cinema di Venezia
FRANCO MARIOTTI, Cerimoniale Biennale
GIOVANNA GRASSI, giornalista del Corriere della Sera
STEFANO BONAGA, Filosofo
ISABELLA RAGONESI, attrice
2009 - 66^ Mostra del Cinema di Venezia
ELENA BOURYKA, fotomodella e attrice
LUCA LIONELLO, Attore (figlio di Oreste)

ENRICO TANTUCCI, giornalista di "La Nuova Venezia"
2010 - 67^ Mostra del Cinema di Venezia
MIMMO CALOPRESTI, regista
VALERIO CAPRARA, critico cinematografico de “Il Mattino” di Napoli
LAURA DELLI COLLI, presidente nazionale del Sindacato dei giornalisti cinematografici italiani
EUGENIO BENNATO, cantautore
LORENA BIANCHETTI, attrice

2011 - 68^ Mostra del Cinema di Venezia
Premio una vita nel Cinema
CRISTINA CAPOTONDI, attrice
FRANCESCO PATIERNO, regista
Monsignor DARIO VIGANO',
Presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo
CARLO MONTANARO, critico

2012 - 69^ Mostra del Cinema di Venezia
Premio una vita nel Cinema
Ditta FINROSS dei sig. Savio e Maritan
CHIARA PAVAN, giornalista e critico
PINO DONAGGIO, musicista e compositor
e
2013 - 70^ Mostra del Cinema di Venezia
Premio una vita nel Cinema
GIULIANO MONTALDO, regista
VIRNA LISI, attrice
GIORGIO ZUCCHIATI, fotografo della Biennale di Venezia
KAREN DI PAOLA, fotografa
2014 - 71^ Mostra del Cinema di Venezia
Premio una vita nel Cinema
GAETANO (Tatti) SNGUINETTI, regista e critico cinematografico
KATY MONIQUE CUOMO, attrice
GIORGIO GOSETTI, giornalista, curatore eventi cinematografici
LORENZO MAJER, giornalista de "Il Gazzettino
2015 - 72^ Mostra del Cinema di Venezia
Premio una vita nel Cinema
MARCO BELLOCCHIO, regista
CARLO LAVAGNA, regista
TOMMASO BERTANI, produttore
GIORGIO GINORI, produttore
2016 - 23^ edizione "Una Vita nel Cinema"
COSTANTINO CAROLLO, Direttore d'orchestra
2017 - 24^ edizione "Una Vita nel Cinema"
CAMILLA NESBITT, produttrice cinamatografica e regista


2018 - 25^ edizione "Una Vita nel Cinema"
DANIELA POGGI, attrice
SILVAN, prestigiatore
2019 - 26^ edizione "Una Vita nel Cinema"
RINO BARILLARI, fotografo
GIANCARLO SCARCHILL9, regista
MASSIMO SPANO, regista

2020 - 27^ edizione "Una Vita nel Cinema"
ROBERTO CICUTTO, Presidente Biennale di Venezia